Summer School

SEGUI QUI LA DIRETTA STREAMING / WATCH THE LIVE STREAM

Summer School - Syndemia: Geourban Planning and Sustainable Tourism in Time of Crisis

Clusone, 10-13 giugno 2021

 

Comitato scientifico: Fulvio Adobati, Elena Bougleux, Federica Burini, Emanuela Casti, Michel Lussault, Paola Pellegrini, Alessandra Ghisalberti, Renato Ferlinghetti, Filippo Menga

Tutor: Sara Belotti, Elisa Consolandi, Marta Rodeschini

Contesto

La scuola di formazione estiva è un’attività didattica complementare ai percorsi formativi delle due Lauree magistrali implicate, realizzata nel territorio della Valle Seriana, per consentire agli studenti di approfondire alcune questioni legate alla progettazione territoriale e al turismo in un contesto montano di grande complessità storica ed ambientale. Essa prevede approfondimenti sulla rigenerazione territoriale e turistica in tempo di crisi attraverso attività teoriche ed applicate - articolate in seminari, lavori di gruppo, esercitazioni – tenute da docenti di università europee (Lione e Bergamo) e cinesi (Suzhou, situata nel delta del Fiume Azzurro, presso Shangai).

 

The Summer School is a complementary educational activity to the training courses of the two master's degrees involved, carried out in the territory of Seriana Valley, to allow students to deepen issues related to territorial planning and tourism in this mountain context with great historical and environmental complexity. It provides insights into territorial and tourist regeneration in times of crisis through theoretical and applied activities - divided into seminars, group work, exercises - held by teaching staff from European universities (Lyon and Bergamo) and Chinese (Suzhou, located in the Delta of the Blue River, near Shanghai).

Internazionalizzazione di eccellenza

La Summer School è un evento di internazionalizzazione delle attività didattiche e formative dell’Università degli studi di Bergamo incardinato all’interno di rapporti duraturi tra UniBG e Atenei stranieri come quello cinese di Xi’an Jiao Tong Liverpool University e l’accordo di Doppio titolo con l’Université Lyon2, che sarà inaugurato, all’interno della presente manifestazione, proprio a Clusone. Si tratta di un accordo di scambio tra Università che consente agli studenti di svolgere soggiorni di studio in Francia o in Italia durante il loro percorso universitario.

 

The Summer School is an internationalised event included in the teaching activities of the University of Bergamo based on lasting relationships between UniBG and foreign universities such as the Chinese one of Xi'an Jiao Tong Liverpool University and the Double Degree Agreement with the Université Lyon2, which will be inaugurated, within this event, right in Clusone. This is an exchange agreement between universities that allows students to study in France and in Italy during their university studies.

Obiettivo

La Summer School offre agli studenti un approfondimento sulle sfide poste dalla mondializzazione sulla progettazione urbana e sul turismo sostenibile in tempo di “sindemia” ovvero di crisi, al contempo ambientale e pandemica, che richiede un ripensamento radicale del nostro modello di vita e di abitare i territori. Alcuni autori fanno derivare tale crisi da un medesimo contesto contemporaneo, quello dell’Antropocene, che comporta l’entrata in un’Era in cui l’equilibrio e la stessa sopravvivenza del Pianeta sono minacciati dalla sconsiderata azione umana e dipendono dalla capacità delle comunità di perseguire un rapporto più equilibrato con la natura. Insomma, l’Antropocene ridefinisce il rapporto uomo-natura e rimette in gioco le teorie della complessità che ben spiegano le dinamiche dissipative che sottostanno alle crisi ambientali. Mediante la comparazione di territori antitetici e lontani tra loro, come quelli cinesi ed europei, la Scuola intende prospettare la progettazione urbana e il turismo quali fenomeni sinergici della mondializzazione che possono rintracciare forme equilibrate dell’abitare la Terra esclusivamente nei territori locali in una prospettiva di transcalarità con l’intero Pianeta. Di conseguenza la Summer School approfondisce la reticolarità dei territori e il dinamismo impresso dalla mondializzazione sia sui sistemi urbani, sia su quelli elettivi del turismo che possono essere inglobati nelle dinamiche dell’abitare mobile contemporaneo. Si tratta di ambiti di studio assunti nell’ottica interdisciplinare e internazionale, che prospetta esempi relativi alla progettazione dei territori asiatici ed europei ma al contempo si confronta con realtà emblematiche come quello della Valle Seriana.

 

The Summer School offers students an in-depth study of the challenges posed by globalization on urban planning and sustainable tourism in times of "syndemia" that is of crisis, both environmental and pandemic, which requires a radical rethinking of our model of life and of living territories. Some authors derive this crisis from the same contemporary context that of the Anthropocene, i.e. the entry into an Era in which the balance and the very survival of the Planet are threatened by reckless human action and depend on the ability of communities to pursue a relationship more balanced with nature. In short, the Anthropocene redefines the relationship between human and nature and calls into play the theories of complexity that well explain the dissipative dynamics underlying environmental crises. By comparing antithetical and distant territories, such as Chinese and European ones, the School intends to envisage urban planning and tourism as synergistic phenomena of globalization that can trace balanced forms of living the Earth exclusively in local territories in a perspective of transcalarity with the entire planet. Consequently, the Summer School explores the network of territories and the dynamism imparted by globalization both on urban systems and on the elective ones of tourism that can be incorporated into the dynamics of contemporary mobile living. These are fields of study approached from an interdisciplinary and international perspective, which presents examples relating to the design of Asian and European territories but at the same time is confronted with emblematic realities such as that of Seriana Valley.

Metodologie didattiche student-oriented

La Scuola adotta una didattica interattiva che alterna seminari tenuti dai docenti ad attività di gruppo, di terreno e laboratoriali con il coinvolgimento attivo degli studenti anche mediante un’escursione didattica nel contesto vallivo seriano e la partecipazione di interlocutori locali. I risultati di tali attività saranno presentati dagli studenti agli stakeholders del territorio in un momento conclusivo che si prospetta come attività di Public Engagement - ovvero la diffusione e divulgazione dei risultati scientifici universitari -, che coniuga ricerca, didattica e terza missione, mediante la diffusione dei risultati del percorso formativo presso gli enti e istituzioni del territorio.

 

The School adopts an interactive teaching method that alternates seminars held by teachers with group, field and laboratory activities with the active involvement of students also through an educational excursion in the Seriana Valley and the participation of local stakeholders. The results of these activities will be presented by the students to the stakeholders of the territory in a final event as a Public Engagement activity through the dissemination of results of the training course at local authorities and institutions.